Orari e accoglienza

A partire dal 21 ottobre 2017 e fino al termine dei lavori (previsto per la primavera del 2018) la Villa Cassis Faraone, l'edificio che ospita la collezione museale, è chiusa al pubblico per permettere la realizzazione dei lavori di adeguamento architettonico e di riallestimento della collezione aquileiese. Rimangono comunque visitabili le aree esterne, con il giardino, le gallerie lapidarie e i depositi del Museo. 

Il biglietto d'ingresso è stato ridotto per questo motivo a 2 euro, fatte salve le gratuità previste per legge.

Orario di apertura: dal martedì alla domenica, dalle 8.30 alle 13.30 (chiusura cassa 13.00).

Ci scusiamo per il disagio. Siamo certi che il risultato vi sarà gradito!

Orario di apertura

Attualmente sono aperte al pubblico le Gallerie lapidarie, il giardino e i depositi del Museo, mentre sono chiusi per lavori di riallestimento il piano terra, il primo piano e il secondo piano del Museo.

Martedì-Sabato dalle 8.30 alle 13.30 con chiusura cassa alle 13.00

Domenica e festivi: dalle 8.30 alle 13.30 con chiusura cassa alle 13.00

CHIUSO IL LUNEDI'

Nelle giornate di Natale e Capodanno il Museo resta di regola chiuso, ma è necessario informarsi di anno in anno su eventuali aperture straordinarie decise dal Ministero.

Tariffe d'Ingresso

Da ottobre 2017 e fino alla primavera 2018, vista la ridotta offerta al pubblico per la chiusura dell'edificio museale, il biglietto è unificato a 2 euro per tutti, fatte salve le gratuità previste per legge.

Prima domenica del mese

Ogni prima domenica del mese l'accesso al Museo è libero per tutte le categorie di pubblico.

Ingresso gratuito, previa esibizione in biglietteria di un documento attestante una delle seguenti condizioni:

- ai cittadini dell'Unione Europea, sotto i 18, nonchè ai minori extracomunitari;
- ai cittadini dell 'Unione europea portatori di handicap e ad un loro familiare o ad altro accompagnatore che dimostri la propria appartenenza a servizi di assistenza socio-sanitaria (Decreto Ministeriale n. 239 del 20 aprile 2006);
- ai cittadini di Paesi non comunitari a "condizione di reciprocità" (i minori di 12 anni devono essere accompagnati);
- alle guide turistiche dell'Unione europea nell'esercizio della propria attività professionale, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- agli interpreti turistici dell'Unione europea quando occorra la loro opera a fianco della guida, mediante esibizione di valida licenza rilasciata dalla competente autorità;
- al personale del Ministero;
- ai membri dell'I.C.O.M. (International Council of Museums);
- a gruppi o comitive di studenti delle scuole pubbliche e private dell'Unione Europea, accompagnati dai loro insegnanti, previa prenotazione e nel contingente stabilito dal capo dell'istituto;
- agli allievi dei corsi di alta formazione delle Scuole del Ministero (Istituto Centrale per il Restauro, Opificio delle Pietre Dure, Scuola per il Restauro del Mosaico);
- ai docenti ed agli studenti iscritti alle accademie di belle arti o a corrispondenti istituti dell'Unione Europea, mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso;
- ai docenti ed agli studenti dei corsi di laurea, laurea specialistica o perfezionamento post-universitario e dottorati di ricerca delle seguenti facoltà: architettura, conservazione dei beni culturali, scienze della formazione o lettere e filosofia con indirizzo archeologico o storico-artistico. Le medesime agevolazioni sono consentite a docenti e studenti di facoltà o corsi corrispondenti, istituiti negli Stati dell'Unione Europea. L'ingresso gratuito è consentito agli studenti mediante esibizione del certificato di iscrizione per l'anno accademico in corso, ai docenti mediante esibizione di idoneo documento;
- ai giornalisti in regola con il pagamento delle quote associative, mediante esibizione di idoneo documento comprovante l'attività professionale svolta (vedi DD del 7/09/2016 DG-Musei);
- per motivi di studio, ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonchè da organi del Ministero, ovvero per particolari e motivate esigenze i Capi degli Istituti possono consentire l'ingresso gratuito nelle sedi espositive di propria competenza e per periodi determinati a coloro che ne facciano richiesta;
- al personale docente della scuola di ruolo e con contratto a termine è consentito l'ingresso gratuito ai musei, alle aree e parchi archeologici ed ai complessi monumentali dello Stato, il MiBACT ha aderito all'iniziativa per quanto riguarda l'accesso agli spazi in cui sono allestite mostre o esposizioni temporanee con percorso espositivo separato dall'ordinario percorso di visita. Di conseguenza, gli aventi diritto potranno accedere a tali spazi a pagamento, usufruendo dei buoni di spesa, generabili tramite un'applicazione informatica (cartadeldocente.istruzione.it), attiva a partire dal 30 novembre 2016 (vedi circolare n.77/2016 DG-Musei);
- agli operatori delle associazioni di volontariato che operano mediante convenzioni presso le sedi periferiche del Ministero;
- agli Ispettori e Conservatori onorari del Ministero;
- ai Militari del Nucleo Tutela Patrimonio Culturale;
- ai membri dell'I.C.C.R.O.M.;
- agli studiosi italiani e stranieri per motivi di studio o di ricerca attestate da Istituzioni scolastiche o universitarie, da accademie, da istituti di ricerca e di cultura italiani o stranieri, nonchè da organi del Ministero, ovvero per particolari e motivate esigenze il direttore generale può rilasciare a singoli soggetti tessere annuali per l' ingresso gratuito (DM 239 /2006)

UnicAquileia - Biglietto Unico per Aquileia

Il Biglietto Unico per Aquileia è attualmente sospeso.

Per ulteriori informazioni e agevolazioni comprese nel Biglietto Unico visita il sito del Biglietto UnicAquileia.

Accoglienza e servizi al pubblico

Visite guidate

Per noleggiare un'audio-guida o prenotare una visita guidata rivolgersi a:

Turismo FVG - Ufficio di Aquileia
Via Iulia Augusta
Parcheggio / Bus terminal
33051 Aquileia (UD)
Tel.: 0431-919491
Fax: 0431-919491
Email: info.aquileia@turismo.fvg.it

Per informazioni sulle attività didattiche rivolte alle scuole e su percorsi tematici, contattare la segreteria didattica del Museo al numero 043191035.

Guardaroba

Il Museo dispone di un piccolo spazio per il deposito di zaini e borse ingombranti, che non possono essere introdotti nelle sale espositive. Il Museo declina ogni responsabilità su danni o furti.

Riprese fotografiche

Si ricorda ai gentili visitatori che in base al disposto del DPR 1249 del 2 settembre 1971, art. 6, Riprese fotografiche libere, è possibile effettuare gratuitamente riprese fotografiche dei beni di proprietà demaniale presenti nelle sale espositive, nelle gallerie dell'Orto Lapidario, e nella altre pertinenze del Museo, purchè vengano realizzate senza l'utilizzo di flash, cavalletti ed altre attrezzature fotografiche. Le suddette riprese, di carattere generale, sono destinate ad un utilizzo esclusivamente personale del visitatore.

Qualora l'utente richieda l'utilizzo di flash ed altre attrezzature fotografiche o le riprese da effettuare siano di carattere professionale e destinate alla pubblicazione o ad altro utilizzo commerciale, è necessario ottenere un'autorizzazione preventiva al Ministero dei Beni e della Attività Culturali e del Turismo. Il rilascio della suddetta autorizzazione è soggetto alla compilazione di un apposito modulo da presentare con abbondante anticipo (minimo 15 gg.) rispetto alla data programmata per l'effettuazione delle riprese (per info rivolgersi al sig. Stefano Scuz, stefano.scuz@beniculturali.it; 0431-91035). 

Norme generali

Si ricorda che non è consentito consumare pasti al sacco all'interno del Museo e nell'area esterna recintata (Gallerie Lapidarie), nè introdurvi biciclette.

Inoltre, per quanto riguarda l'accesso dei cani al Museo, si ricorda che possono accedere all'interno del Museo solo i cani di piccola taglia all'interno di idonee borse da passeggio o i cani guida che accompagnano persone non vedenti.

I cani (di tutte le taglie) possono comunque muoversi lungo i vialetti e sotto i portici del giardino del Museo, accompagnati dal padrone. 

Come arrivare

L'ingresso del Museo Archeologico Nazionale è al civico n. 1 di Via Roma; si accede, pertanto, da un ingresso laterale rispetto alla fronte dell'edificio, affacciata su Via Iulia Augusta.

Scopri come arrivare ad Aquileia >>

Per ogni altra informazione o chiarimento rivolgersi alla biglietteria del Museo, tel: 0431-91016